Foto : MINIERE DI GORNO Totale:185

Ordina per:  Titolo () Data () Voto () Popolarit ()
Foto ordinate per: Data (Prima le pi nuove)

81-90 (su 185 totali)
« 1 2 3 4 5 6 7 8 (9) 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 »



Lampada a carburo di acetilene (centilena)

Lampada a carburo di acetilene (centilena)Popolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica17/10/2015 13:24    
Visite9919  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Miniere di Gorno
Nel 1836 il chimico inglese Edmund Davy, durante un processo chimico per isolare il potassio, scoprì il carburo di calcio senza intuirne le vere potenzialità, il gas acetilene fu scoperto veramente nel 1894 da Moisset in Francia e da Thomas l. Wilson, nello stesso anno, negli Stati Uniti.
Il brevetto francese è del medesimo anno, per quello americano si deve aspettare il 1906.
Il carburo di calcio si presenta sotto forma di sassi, di varie dimensioni a seconda della pezzatura di produzione, di colore nero violaceo se non ossidati oppure di colore bianco, rivestiti di uno strato di idrossido di calcio, se sono stati esposti all'aria.
Reagisce rapidamente a contatto con l'acqua generando acetilene e idrossido di calcio,
per questo non è un minerale che si trova in natura ma viene prodotto in speciali forni che raggiungono temperature fino a  3000°c.
E' difficile dire quando sia stata inventata la prima lampada ad acetilene, nel 1894 viene registrato il primo brevetto  inglese di lampada ad acetilene ma è ancora un prototipo molto primitivo.
All'inizio del 1900 troviamo però i primi modelli di lampade destinate soprattutto all'uso in miniera e per particolari impieghi militari.
Nelle lampade, il carburo viene posto nel serbatoio inferiore, mentre l'acqua viene posta nel serbatoio superiore, per mezzo di un apposito regolatore l'acqua cade nel serbatoio inferiore e venendo a contatto con il carburo si scatena la reazione; l'acetilene generato viene incanalato in un apposito beccuccio dal quale esce all'esterno della lampada dando origine alla fiamma di colore bianco intenso, estremamente luminosa  e molto resistente allo spegnimento. per questi motivi è stato impiegato in quasi tutti i settori dell'illuminazione, rappresentando una soluzione innovativa, molto più efficace rispetto agli altri metodi di produrre luce dell'epoca, quali olio, petrolio, candele.

La sua formula chimica è CaC2.
Ogni kg. di carburo produce 4 kwh. Pertanto un quintale di carburo, che occupa all'incirca un volume di 40 litri, accumula 400 kwh.

Carbitalia

dove trovare il carburo di calcio

scheda tecnica

Vari tipi di lampade a carburo:
http://www.carburo.it/inizio.htm
Citazione:
FABRYCJX 2012

Gornogonphodon

GornogonphodonPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica12/10/2015 11:09    
Visite1172  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Gornogonphodon (cinodonte)

Scoperto tra i giacimenti fossiliferi del Triassico delle Prealpi Lombarde (Formazione di Gorno)

Leggi tutto qui

altri fossili della formazione di Gorno

Triangolazioni

TriangolazioniPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica9/10/2015 13:22    
Visite1328  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Miniere di Gorno

Triangolazioni

Nella foto (imbocco ribasso Noble), caposaldo del primo punto della triangolazione di Paulato
Quota 549.600
Rilevatore Imberti Andrea
Anno 1964/65

Attenzione queste quote in seguito vennero corrette alzando di 20 metri il loro valore
le vecchie mappe sono tutte in difetto di 20 metri

vedi documento qui

Citazione:
fabrycjx2015

REAGENTI PER FLOTTAZIONE

REAGENTI PER FLOTTAZIONEPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica3/10/2015 9:04    
Visite2940  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
MINIERE DI GORNO

Trattamento tipo laveria di riso Miniere di Gorno (marzo 1962)
680 Tonn/giorno 25 giorni pari a 17000 Ton.
consumo di energia elettrica per Tonn. 24 kw/h

tenore di alimentazione Pb 1,3% ZnS 2% ZnO 4%
titolo concentrato% Pb 57% ZnS 58% ZnO 37%

metallo equivalente Kg 1225,30


REAGENTE gr. per Tonn.
A ACIDO CRESILICO           60
B FLEX 315          225
C FLOTTIGAM P.A.           55
D CALCE IDRATA          170
E CIANURO DI SODIO   55 Decreto prefetto di bergamo
F FLEX 115           40
G IDROIX                   15
H OLIO DI PINO           70
I NAFTA REAGENTE          500
L SILICATO DI SODIO 1850
M SODA CARBONATO          300
N SOLFURO DI SODIO Na2S 2800
O SOLFATO DI RAME         1550
P SPELD                    1333
Q CARBOLINEUM          100
R ADDITIVO ROXFUEL    2

vedi anche: Zinco

(foto Guerinoni Celeste 1969)

Citazione:
fabrycjx2013

Caposaldo

CaposaldoPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica1/10/2015 19:13    
Visite1178  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Miniere di Gorno
Centrale Luigi Noble (centrale del Costone) quota 445.93

Questo caposaldo è fissato sulla parete della centrale Luigi Noble (detta del Costone).
Questo caposaldo è un utile riferimento di precisione per tarare strumenti come ad esempio gli altimetri.

La centrale è situata lungo il fiume Serio nel comune di Casnigo, capta le acque della Valle del Riso e restituisce l'energia prodotta allo stabilimento posto all'ingresso della Valle del Riso. Un tempo la centrale, costruita agli inizi degli anni 30 del secolo scorso, alimentava direttamente le miniere di Gorno.

Citazione:
fabrycjx2015





Ponte di Piazzarossa

Ponte di PiazzarossaPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica4/9/2015 14:11    
Visite1477  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Miniere di Gorno

Il ponte di Piazzarossa fu costruito nel  1964
Il tempo impiegato per la costruzione fu di 3 mesi

La prima campata venne  smontata da Pestarena (miniere d'oro di Vallanzasca ) e quindi trasportata in loco, le
altre furono riprodotte.


La portata del ponte era di 600 quintali.
Collaudato con 20 “balaster” (vagoncini) fatti scorrere prima uno ad uno vuoti, poi pieni in ordine crescente (tara 20 quintali cadauno più la motrice)

Il ponte fu realizzato per il trasporto del minerale attraverso il traforo, Riso-Piazzarossa (ribasso Noble) proveniente dal Monte Trevasco e dai cantieri di Belloro che tramite una teleferica veniva trasportato alla stazione di carico in Piazzarossa.

(i dati sono stati forniti dal testimone diretto Sig. Epis Marco di Oneta n.13-3-1926 m.1-10-2008,  al tempo capomastro del cantiere)

Citazione:
fabrycjx2010 Intervista a Epis Marco)


Libretto di lavoro di un capocernitore

Libretto di lavoro di un capocernitorePopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica10/7/2015 15:07    
Visite1125  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Miniere di Gorno

Libretto di lavoro di un capocernitore

Sfoglia qui il libretto


Costa Jels nel 1950

Costa Jels nel 1950Popolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica5/7/2015 8:07    
Visite1032  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Costa Jels nel 1950

Le coltivazioni all'inizio del secoli
da: In Val del Riso N°12 dicembre 1978

Pietro Mantega

Pietro MantegaPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica3/7/2015 8:22    
Visite2448  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Pietro Mantega classe 1924
Si laureò in Ingegneria mineraria con il massimo dei voti.
Lavorò come direttore nelle miniere dell'A.M.M.I. ad Iglesias e Gorno (Bergamo), nonchè dal 1965 al 1967 nella miniera di Fragnè-Chialamberto Spa con sede a Milano.
Dal 1969 al 1989 fu alle dipendenze dell'ENTE MINERARIO SARDO ricoprendo incarichi prestigiosi (Presidente della SOGERSA SPA, CARBOSULCIS SPA, PIOMBO ZINCIFERA SARDA SPA, BARIOSARDA SPA, RIMISA SPA, amministratore delegato della PIOMBO ZINCIFERA SARDA SPA, BARIOSARDA SPA, RIMISA SPA, SALSARDA SPA).
Nel 1986 ricevette la Gran Croce al Merito per l'Ingegneria conferita ad honorem ad iniziativa dell'Accademia Internazionale per le Scienze Economiche e Sociali con la seguente motivazione:
"Quale espressione di riconoscimento di merito, riservato esclusivamente ai laureati in ingegneria che nell'ambito della propria specifica professione,sono riusciti nel pieno rispetto dei più alti valori etico-morali e grazie alla loro indubbia preparazione professionale a raggiungere una posizione di assoluta preminenza."
Infine nel 2001 è stato iscritto all'Albo d'oro dell'Ordine degli Ingegneri di Cagliari.
( http://www.ingegneri-ca.net/informazione/93/info93-e.html )

In memoria di Pietro Mantega

Citazione:


Perito minerario Giuseppe De Colò

Perito minerario Giuseppe De ColòPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica23/6/2015 19:41    
Visite1173  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Nella foto Il perito Minerario De Colò è il primo a sinistra


VAL DEL RISO ADDIO


Dopo anni ed anni
lontan da la terra natia,
esule ritorno anch'io;
Val del Riso Addio!
Qui il tempo migliore
di tutta la mia vita,
passai al voler di Dio;
Val del Riso Addio!
Mi porterò nel cuore
il calore della gente
il colore di un pendio
Val del Riso Addio!
Addio boschi resinosi!
Addio sentieri tortuosi!
Addio bimbi pieni di brio!
Val del Riso Addio.
Al cader delle foglie
risentirò degli armenti
il loro autunnal tintinnio
Val del Riso Addio.



Giuseppe De Colò


Citazione:

81-90 (su 185 totali)
« 1 2 3 4 5 6 7 8 (9) 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 »



Cerca in Valdelriso

Link Utili

Plan what to see in Gorno with an itinerary including Ecomuseo Miniere

Statistiche

Utenti Online:
Visite:
dal 13/08/2007