Foto : Vita religiosa in Val del Riso Totale:122

Ordina per:  Titolo () Data () Voto () Popolarit ()
Foto ordinate per: Data (Prima le pi nuove)

11-20 (su 122 totali)
« 1 (2) 3 4 5 6 7 8 9 10 11 ... 13 »



Suor Giuseppina

Suor GiuseppinaPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica20/5/2020 17:00    
Visite159  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Suor Giuseppina,
Al secolo Marina Dal Canton, apparteneva alle “Figlie della Sapienza”, congregazione religiosa di origine francese.
Nata a Belluno nel 1892, giunse a Gorno all’età di 27 anni, nel lontano 1919. Arrivò a sera inoltrata: dopo essere giunta in treno a Ponte Nossa, un traballante calessino che l’avrebbe dovuta portare a Gorno si sfasciò a metà strada e la suora dovette proseguire a piedi nel buio e nelle strade deserte sino a raggiungere il convento delle suore della sua congregazione.
Avrebbe voluto fare la missionaria, ma la madre generale le aveva detto: “ la tua missione è a Gorno”. E lo sarebbe stata per davvero.
Maestra d’asilo, insegnò per molti anni ai bambini, per poi vederli giovani e adulti. Tante generazioni di gornesi passarono dai suoi insegnamenti.
Ma il senso della missione la fece prodigare anche in molte altre attività: l’animazione delle compagnie teatrali femminile e maschile e dei saggi per bambini e ragazzi, l’assistenza a poveri ed ammalati, il catechismo festivo, la preparazione dei bimbi alla prima comunione.
Nel 1959 fu festeggiata per il quarantesimo a Gorno ed in quell’occasione l’Amministrazione comunale la insignì di una medaglia d’oro.
Nel 1966 a Monte di Nese ricevette dal Consiglio di Valle il premio “Fedeli alla montagna” per “la sua opera di educatrice in favore dei bambini.”
In quell’anno, il 15 settembre, dopo ben 47 anni di permanenza Suor Giuseppina lasciò Gorno per Menaggio, dove morì il 17 settembre 1982. Venne sepolta nel cimitero di Gorno; infatti
nel 1969 l’Amministrazione comunale le aveva concesso la cittadinanza onoraria quale “piccola ricompensa di quanto ha fatto nel suo operare quotidiano per la nostra comunità di Gorno”.
Nell’immagine Suor Giuseppina (la “suorina” come veniva affettuosamente chiamata) accompagna i bimbi dell’asilo, in divisa, in occasione di due funerali nel 1953 e nel 1956.
Sino alla metà degli anni sessanta del secolo scorso era infatti consuetudine portare i bimbi dell’asilo alle processioni religiose ed ai funerali, accompagnati dalla loro maestra

Articolo di Amerigo Baccanelli

vedi anche "la presenza delle suore a Gorno"



Citazione:
<fabrycjx2020

Don Amilcare Frigeri

Don Amilcare FrigeriPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica3/4/2020 16:34    
Visite1537  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Don Amilcare Frigeri

Curato a Gorno dal 1961 al 1970

In val del Rido N° 116 ottobre 2006


Citazione:
fabrycjx2015


Don Severino Tiraboschi

Don Severino TiraboschiPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica25/3/2020 14:24    
Visite1360  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Don Severino Tiraboschi
(di Zambla)Parroco a Gorno dal 1951 al 1958

Don Severino Tiraboschi, parroco di Gorno, caduto dalla motoretta mentre tornava da Clusone dov’era stato a comperare le medaglie “per i noscc matei” ( per i nostri bimbi) della prima comunione . Così l’han voluto ricordare i Gornesi: con una croce rivolta su Gorno, ma anche Zambla, paese di don Severino.


In Val del Riso N° 6 Giugno 1988


Sö la sema del Grem


Lé sö cutra cel, sö la sema dè Grem
svet öna Crus. ‘L par la uses a ‘n dol fosch,
a töta us: zecc, üliff be töcc en sèm!
Dèdicada al nòst prèòst Tirabosc,

che l’é mort per vis endacc sö a Clüsu
a tö i medaie per i noscc matei,
‘l la prima cümüniù. Per chela missiù
‘l sé dècorat dè öna di piö bèi!

Ergü, le sö a chela Crus, ogni tat,
i và a portà ü mas de fiur dé prat.
Po i prega per la mama, per ol tus.
E tött lé bel, ‘l par tocà ol ciel col dit,
perché piö negota è’l ghé dé scundìt.
Ü de l’ot ‘l sa set fradel e ‘ssa öl be.

traduzione

Sulla cima del monte Grem


Lassu vicino al cielo, sulla cima del Grem
si vede una croce. Pare che gridi nel buio,
a squarciagola: Gente vogliamoci tutti bene!
Dedicata al nostro parroco Tiraboschi,

che è morto per essere andato a Clusone
a prendere le medaglie per i nostri figli,
per la prima comunione. Per quella missione
si è decorato di una delle più belle!

Qualcuno lassù a quella croce ogni tanto,
porta un mazzo di fiori di prato.
Poi pregano, per la mamma, per il figlio.
E tutto è bello, sembra di toccare il cielo con un dito,
perché più niente è nascosto.
Uno dell’altro si sente fratello e ci si vuole bene.

(tratto da:"Bei laur de Goren" di Gino Scolari)





Gorno: Processione nel 1955

Gorno: Processione nel 1955Popolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica20/3/2020 16:40    
Visite161  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Gorno: Processione nel settembre 1955

Citazione:
fabrycjx2020

Don Enzo Zoppetti

Don Enzo ZoppettiPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica19/3/2020 14:37    
Visite160  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Don Enzo Zoppetti
Parroco a Cantoni di Oneta dal 1959 al 1976
Economo spirituale a Chignolo nel 1961
mancato il 18/3/2020 all'età di 88 anni

In quasi sessantacinque anni di sacerdozio non ha mai cessato di annunciare la Parola di Dio, celebrare i sacramenti del Risorto, testimoniare con le parole e le opere l’amore del Dio Trinitario, accompagnando e guidandole comunità di Camerata Cornello come vicario parrocchiale e poi, come parroco, quella di Cantoni D'oneta e quindi, per più di trent’anni, quella amatissima di Rosciano. Si era poi ritirato a Rova prestando, alle parrocchie della zona natia, il servizio pastorale che la salute gli consentiva.


I parroci a Cantoni d'Oneta


Citazione:
fabrycjx2020

Don Giacomo Servalli

Don Giacomo ServalliPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica14/3/2020 15:50    
Visite1001  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Don Giacomo Servalli
di Gandino

Curato a Gorno
10/5/1921-1/9/1958

Suor Teresa Gibellini

Suor Teresa GibelliniPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica28/2/2020 13:16    
Visite1371  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Suor Teresa Gibellini

Suor Teresa della Trinità
Per 6 anni ha studiato in Francia e poi, su sua richiesta di andare in missione, è stata assegnata alla missione dei Monfortani in Colombia (per 7 anni), poi l anno in Argentina, 3 anni in Italia caposala in un ospedale, 14 anni in Colombia, 4 anni caposala in un ospedale della Sicilia, 19 anni in Perù, e infine per 4 anni con le Suore della Sapienza in San Rocco di Ravenna dove ha svolto il servizio di prima accoglienza nell'Ufficio Parrocchiale.

in Val del Riso dicembre1978

In Val del Riso N°4 aprile1979

in Val del riso N°10 Dicembre 1996

In Val del Riso" n°130 aprile 2009


In Val del Riso n137 dicembre2010

Citazione:
Periodico In Val del Riso

Monsignor Antonio Guerinoni

Monsignor Antonio GuerinoniPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica21/2/2020 12:53    
Visite1320  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Monsignor Antonio Guerinoni

Siamo nell'anno giubilare dell'anno 1950; il futuro Papa Giovanni XXIII si trova come Nunzio Apostolico a Parigi ed in una lettera indirizzata al Vescovo di Bergamo, che pubblichiamo nella parte essenziale, ricorda il nostro concittadino Mons. Antonio Guerinoni, addetto alla nunziatura apostolica di Madrid in qualità di Uditore di prima classe.

Parigi, l maggio 1950

Da otto giorni sono tornato dal mio grande viaggio in Nord-Africa, cioè Algeria e Tunisia, come nunzio apostolico e rapidamente in Marocco ed in Spagna en touriste incognito.
Può immaginare che lavoro ho trovato qui.
Questo non mi distoglie dal ringraziare V.E. del suo telegramma augurale per lacircostanza del XXV
episcopale. Quando penso alle sue condizioni di salute, allorché ebbe la bontà di inviarmelo, mi sento ancora commuovere. Da quanto mi si riferisce non si trattò di cosa leggera, e mi felicito, di gran cuore che l'abbia passata liscia, e colla primavera V. E. si possa riprendere bene. Ciò che le auguro ardentemente. Se il Signore ci rendesse degni dell'onore del martirio converrebbe ringraziarlo, purché insieme ci aiuti a farci coraggio da bravi suoi servitori. Ma trascurare noi stessi, ciò che serve alla nostra salute, visto che noi occupiamo il nostro posto perché egli vi ci ha messi, non mi pare ragionevole, certo non è cosa perfetta. Per me, un po' il temperamento, un po' una certa abitudine di disciplina interiore, sorretta ormai dall'età e dall'esperienza, mi aiutano a tenermi calmo fra le tempeste e sano anche di corpo. Finché la dura, s'intende, e finché non piaccia al Signore di chiamarmi.
Ecco: ho percorso in 38 giorni di viaggio 10.000 (diecimila) kilometri in auto, seguendo il corso della invasione Araba, dalla Tunisia, attraverso tutta l'Algeria ed il Marocco, sino alle colonne d'Ercole, alla Spagna e di là sino a Poitiers, dove ebbe inizio con Carlo Martello il primo tentativo di arrestarla: tra discorsi grandi e piccoli, piccoli per lo più, ho dovuto improvvisare una cinquantina di volte e più, in Algeria e Tunisia e non ho sofferto nulla: tranne una infreddatura presa visitando l'Escuriale.
Un giorno di digiuno e di riposo alla Nunziatura di Madrid mi ha rimesso in moto. Tenevo assai a passare di là per visitare la tomba di mons. Antonio Guerinoni di Gorno, mio caro e prezioso alunno del seminario, poi addetto alla Segreteria di Stato e morto a
Madrid il 6 febbraio o gennaio del1927, essendo
Uditore di quella nunziatura sotto mons. Tedeschini che fissò sul marmo un bel elogio della capacità, fedeltà e santità di questo servitore della Santa Sede ...
Voglia gradire, ancora l'espressione della mia riconoscenza per il suo pensiero amabile in occasione di questo benedetto giubileo, che in gran parte, almeno qui, sono riuscito a mettere in sordina. Che vuole? Sono sempre dichiarazioni sentite e accettate di vecchiaia, e la vecchiaia è bella solo perché annunciatrice di una nuova primavera quella primavera che però non è di questo mondo.

dev.mo ed aff.mo
Angelo Gius. Roncalli
n.a.

In Val del riso N° 10 Ottobre 1988
In Val del Riso N°3 ottobre 2000




Fonte (periodico In Val del Riso N°3 ottobre 2000)

Suor Giovanni Battisa

Suor Giovanni BattisaPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica18/2/2020 12:02    
Visite179  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Suor Giovanni Battista (Figlie della sapienza)
Maria Cabrini
Nata 8 giugno 1921
deceduta a Clusone il 2 febbraio 2020

Citazione:
fabrycjx2020


Confraternite: Confratelli

Confraternite: ConfratelliPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica11/2/2020 14:10    
Visite204  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
confraternite a Gorno
I Confratelli istituiti nel 1843

foto del 1952


Citazione:
fabricjx2020


11-20 (su 122 totali)
« 1 (2) 3 4 5 6 7 8 9 10 11 ... 13 »



Cerca in Valdelriso

Link Utili

Plan what to see in Gorno with an itinerary including Ecomuseo Miniere