Foto : Le Chiese di Gorno Totale:14

Ordina per:  Titolo () Data () Voto () Popolarit ()
Foto ordinate per: Data (Prima le pi nuove)

11-14 (su 14 totali)
« 1 (2)



SANTELLA  CORLAZZOLI

SANTELLA CORLAZZOLIPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica8/9/2012 20:14    
Visite1835  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Santella Corlazzoli.
Si trova sul sentiero che porta alla chiesa di Barbata
Citazione:
fabrycjx2012

L’INTERNO DEL SANTUARIO DEL S.S. CROCIFISSO

L’INTERNO DEL SANTUARIO DEL S.S. CROCIFISSOPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica6/5/2012 20:05    
Visite2525  Commenti1    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
L’INTERNO DEL SANTUARIO DEL S.S. CROCIFISSO

All’interno il santuario ha volte a crociera a nervatura in vista e piccola abside a catino con decorazioni  che richiamano lo stile del XV secolo.  La luce proviene da finestrelle oblunghe ed arcuate.  Il piccolo presbiterio risulta sopraelevato di tre gradini e separato da una cancellata in ferro con parti in ottone; l’altare, la cui parte antica proviene dalla vecchia “tribulina”, è in marmo e il palio retrostante è antico.
L’ancona custodisce il S. S. Crocifisso e le statue dell’ Addolorata e di San Giovanni.           Il  Cristo Crocifisso, come scrive il parroco di Gorno don Gian Battista Ceruti in un suo manoscritto del 1858, “si ritiene… venga dai Fantoni e non vuol essere di gran vecchia data, tutt’al più del secolo passato, mentre è parola dataci dai nostri vecchi che quasi a loro memoria fu tratto da un ramo di un grosso castagno della famiglia Guerinoni Benedetto, della contrada di San Giovanni “.    

All’inizio degli anni ’40 venne decisa la sostituzione delle statue dell’Addolorata e di San Giovanni in “quanto vecchie e ormai consumate”. Dal 19 al 26 settembre  1943 si tenne “ una settimana in onore del S.S. Crocifisso”: in tale occasione nella chiesa parrocchiale vennero benedette le nuove statue, opera della ditta Rengaldier di Ortisei “fatte sul modello delle precedenti”. Sotto la volta sono dipinte quattro scene della passione: il calvario, la crocifissione, la morte di Gesù e la deposizione; al centro sono poi raffigurati quattro angeli recanti gli strumenti della passione.
(testi di Amerigo Baccanelli)
Citazione:
fabrycjx 2012

Chiesa dell'oratorio

Chiesa dell'oratorioPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica6/5/2012 20:04    
Visite2598  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
LA CAPPELLA ALL’INTERNO DELL’ORATORIO

Il 10 dicembre 1961 il vescovo di Bergamo benedisse ed inaugurò il nuovo complesso dell’oratorio dedicato a  San Giovanni Bosco.  Ma qualcosa mancava: la cappella. Un oratorio senza un luogo di preghiera non può certo dirsi compiuto. Pochi anni dopo la Parrocchia  provvedeva, così  nel 1964 il vescovo di Bergamo può benedire la nuova cappella.

La cappella è posta al pianterreno dell’oratorio con l’ingresso dal portico. Vi danno luce tre finestre a forma esagonale(una quarta da luce invece alla sacrestia). Il presbiterio, alto di un gradino rispetto al pavimento, è in marmo grigio mentre l’altare, rivolto ai fedeli, è in marmo di botticino. Nel 1966  viene posta una grande croce sul fondo del presbiterio, ove nello stesso anno viene pure posto un tabernacolo di rame sbalzato, dorato e smaltato. Dal presbiterio si raggiunge la piccola sacrestia. All’interno della cappella è presente la statua di San Giovanni Bosco, al quale è dedicato l’oratorio.      

Nel 2006 vengono realizzate alcune modifiche:  nuovi quadri ed una  nuova tinteggiatura delle pareti, oltre a combinazioni volute di oggetti simbolici, vogliono meglio disporre alla riflessione personale ed alla preghiera.
(testi di Amerigo Baccanelli)
Citazione:
fabrycjx 2012

vecchia parrocchiale

vecchia parrocchialePopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica6/5/2012 19:49    
Visite3114  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
BREVE STORIA DELLE CHIESE DI GORNO




LA CHIESA PARROCCHIALE SETTECENTESCA

La prima chiesa parrocchiale, già  dedicata a S.Martino Vescovo, costruita dove si trova quella attuale fu innalzata nel 1478. Nei verbali dei Consigli comunali di Gorno del 1763 si leggono i primi accenni alla pericolosità di questa chiesa ed alla necessità di demolirla. La demolizione venne eseguita nel 1766, mentre la prima pietra della seconda parrocchiale fu collocata il 4 ottobre 1767. Benedetta il 24 novembre 1776, venne quindi consacrata dal vescovo di Bergamo il 6 giugno 1779. Anche la bella chiesa settecentesca seguì la sorte della precedente e venne chiusa ai fedeli nel 1927; i lavori di demolizione iniziarono il 30 settembre 1930.

Pure il campanile della parrocchiale fu demolito due volte; la prima verso la fine del 1500. La costruzione del secondo iniziò nel 1611 e si concluse novant’anni dopo, nel 1701. Anche questo campanile lungo gli anni iniziò ad inclinarsi e a causa della pericolosa pendenza venne demolito nel 1890. La costruzione del nuovo campanile, quello tuttora esistente, fu terminata il 21 settembre del 1891.
(foto archivio Baccanelli)
(Testo di Amerigo Baccanelli)
Citazione:
fabrycjx 2012

11-14 (su 14 totali)
« 1 (2)



Cerca in Valdelriso

Link Utili

Plan what to see in Gorno with an itinerary including Ecomuseo Miniere