Foto : MINIERE DI GORNO Totale:186

Ordina per:  Titolo () Data () Voto () Popolarit ()
Foto ordinate per: Voto (Ascendente)

1-10 (su 186 totali)
(1) 2 3 4 5 6 7 8 9 10 ... 19 »



Gornogonphodon

GornogonphodonPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica8/7/2022 16:59    
Visite1516  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Gornogonphodon (cinodonte)

Scoperto tra i giacimenti fossiliferi del Triassico delle Prealpi Lombarde (Formazione di Gorno)

Leggi tutto qui


Ing. Ernesto Zay

Ing. Ernesto ZayPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica4/2/2015 8:18    
Visite2130  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Miniere di Gorno
Da una descrizione del nipote: Avv. ETTORE TACCHINI  
Il ricordo del nonno è  riferito a quanto raccontato da mia mamma, scomparsa nel 1996.
Il «giovane e studiosissimo ingegnere» che, irredentista triestino, lasciata la città natale per non indossare la divisa austro-ungarica, dopo aver prestato servizio militare sul fronte dell'Adamello quale progettista di teleferiche (non volle imbracciare il fucile contro quelli che considerava comunque fratelli), trovò occupazione quale dirigente dell'attività mineraria svolta dalla società Crown Spelter in Valle del Riso.
Coniugato con Bianca Comini, figlia di un primario dell'Ospedale di Varese di famiglia pavese, abitò a Campello sino alla prematura scomparsa: ucciso dall'esplosione di una carica di dinamite a Piona, sul lago di Como, in occasione di una visita a una cava che era stata parimenti affidata alla Sua direzione.


vedi anche:"pozzo Zay"

Citazione:
fabrycjx11-2014


Elettrolisi dello zinco

Elettrolisi dello zincoPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica23/7/2021 7:52    
Visite2744  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Elettrolisi dello zinco

Nel processo di elettrolisi si ha un cambiamento dello stato chimico delle sostanze in soluzione al passaggio della corrente elettrica che produce effetti elettromagnetici sulle stesse sostanze. Lo zinco allo stato ionico caricato positivamente si sposta nella soluzione migrando al polo negativo (catodo) ove neutralizza la sua carica e si depone sotto forma di strato metallico.

nella foto il reparto per l'elettrolisi dello zinco (sala celle) nello stabilimento S.A.P.E.Z. in Valle del Riso

(Livio Cambi: i trattamenti elettrolitici delle calamine italiane)

Notizie sull'industria dl piombo e dello zinco in Italia di Giovanni Rolandi

Citazione:
fabrycjx2014

Perforazione Ribasso Forcella Ribasso Riso

Perforazione Ribasso Forcella Ribasso RisoPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica26/7/2022 18:16    
Visite2651  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Miniere di Gorno
Il disegno, mostra l'inizio della perforazione che collega il ribasso Forcella al ribasso Riso Parina.
Il pozzo che collega i due ribassi
ha un diametro di 2 metri e 40 centimetri ed è profondo 340 metri, fu realizzato con raise borer arrivato appositamente dalla Sardegna.

Qui di seguito un estratto da un documento che conclude il rapporto dei lavori con un esito negativo.

RELAZIONE CONCLUSIVA SULLA RICERCA DI GORNO 1979-1981
Riassunto
Il programma di ricerche SAMIM, iniziato nel 1979, si proponeva di verificare l’esistenza di giacimenti utili in una nuova zona di ricerche, l’autoctono di Val Vedra, solo in minima parte esplorata nel passato.
La ricerca, impostata su gallerie a quota 1000, 940,600 e solo successivamente a quota 800, doveva esplorare in diverse fasi, un’area di circa 4 Km2.
Nell’ipotesi di aver trovato una certa riserva di minerale (12.250.000 t; 9.800.000 t.; 7.350.000 t; (al 5% di piombo e zinco) erano stati predisposti dei progetti di fattibilità, che prevedevano una vita della miniera per un periodo di 5-20 anni.
Dopo aver esplorato un volume di “metallifero” pari a circa 30.000.000 m3 mediante 3.500m di gallerie, e 11.000 m di sondaggi a carota, la ricerca è da considerare di esito negativo.
Viene, perciò, proposta la sospensione della ricerca in quanto non sono più da aspettare ritrovamenti che renderebbero fattibile una futura produzione mineraria.


leggi tutta la relazione qui


Altre foto sul ribasso Forcella




descrizione dell'agonia della nostra miniera:
In val del RisoN° 4 aprile 1982
In val del Riso N° 6 Giugno 1982
In Val del Riso N° 12 dicembre 1985

panoramica delle miniere

produzione minerali

Citazione:
Documento archivio minerario di Gorno

Teodolite

TeodolitePopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica31/8/2014 20:02    
Visite1770  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Miniere di Gorno
Un teodolite in uso nelle miniere di Gorno
approfondimento

Citazione:
fabrycjx2014

Segnali in miniera

Segnali in minieraPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica23/8/2014 13:04    
Visite1750  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Segnali convenzionali in uso nelle miniere Inizialmente, quando non si poteva comunicare, venivano prodotti battendo sulle corde di traino degli argan.

Citazione:
fabrycjx2014

Costruzione di una diga in Val Nosseda

Costruzione di una diga in Val NossedaPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica5/2/2022 20:01    
Visite2103  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Miniere di Gorno

Molti della Val del Riso non sanno che fu progettata una diga nel bacino della Val Nosseda
Lo studio preliminare di fattibilità fu condotto dal famoso geologo Ardito Desio conclusosi nel maggio del 1947.
La Val Nosseda è lunga circa 4 Km
Il bacino imbrifero abbraccia un'area di 3.39 km quadrati.
La quota massima dell'invaso sarebbe posta a 694 m s.l.m.
Il battente sarebbe stato di 34 metri
L'invaso creato avrebbe contenuto 300.000 metri cubi di acqua


la La relazione completa di Ardito Desio

foto della Val Nosseda

Foto di Ardito Desio


(Nella foto la lettera di presentazione della conclusione dello studio preliminare e un'estratto del parere favorevole di Ardito Desio.)






naturalizzazione

naturalizzazionePopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica18/3/2014 19:51    
Visite1912  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Molti minatori di Gorno si recarono in giro per il mondo per cercare miglior fortuna.
Alcuni di loro partirono per l'Australia, molti ci restarono.
Zanotti Cesare (Ciro) Nel 1964 ottenne la naturalizzazione grazie alla scoperta di un ricco giacimento di oro.

QUADRO DI CONTROLLO CENTRALE CAVRERA

QUADRO DI CONTROLLO CENTRALE CAVRERAPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica24/3/2020 19:49    
Visite2383  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Miniere di Gorno

QUADRO DI CONTROLLO CENTRALE CAVRERA

CENTRALI IDROELETTRICHE PER USO MINIERA

Per soddisfare i bisogni di energia elettrica legati all'attività mineraria, furono richieste in tempi successivi alcune concessioni di derivazione d'acqua. La prima domanda venne fatta nel 1893 e l'ultima nel 1929. Un centrale costruita dalla Crown Spelter fu la centrale Val Rogno, di cui oggi resta il fabbricato ad uso ristorante all’inizio della Val del Riso nella località Centrale, che ne ha preso il nome.

A seguito delle istanze favorevolmente accolte, la "Vieille Montagne" allora proprietaria della miniera, costruì due impianti di modesta potenza denominati rispettivamente "Cavrera" e "Costone poi dedicata a Luigi Noble", quest'ultimo impianto ubicato presso il Ponte del Costone in territorio di Casnigo.

La prima centrale denominata Cavrera venne realizzata accanto all'omonimo ponte della Cavrera, è possibile tuttora osservare i resti dell'edificio in completa rovina, sull'antico percorso per Chignolo, provvista di una dinamo ma senza alternatore, capace quindi di produrre energia elettrica solo in corrente continua.

Successivamente, nel 1925 la centrale venne spostata all'interno del ribasso Riso in una camera sotterranea, a 1300 mt dall’imbocco principale, dotata questa volta di due turbine delle Costruzioni Meccaniche Riva, e due alternatori della Tecnomasio capaci di sviluppare rispettivamente 160 KVA e 130 KVA in corrente alternata.
Le acque turbinate della centrale Cavrera vennero canalizzate fino alla galleria denominata Maometto, realizzata nel 1930 per portare l’acqua alla centrale del Costone, La quale era dotata di 3 generatori da 500 kw/h cadauno.

Vennero così soddisfatte allora le totali esigenze della miniera consentendo di fornire anche l'illuminazione ai paesi di Gorno, Oneta. Una parete della sala dove sono collocate le turbine venne affrescata con una certa efficacia da un pittore dilettante di Casnigo del quale si è perduto il nome.
Nel 1949 la societa' S.A.P.E.Z., incaricava il geologo Ardito Desio per lo studio di fattibilità di un invaso da realizzare in Val Noseda; il parere tecnico fu positivo ma non fu dato seguito al progetto.


foto di Serafino Zanotti

© tutti i diritti riservati vietata la riproduzione
Citazione:
FABRYCJX1/2014

LAVORO CON AUTOPALA

LAVORO CON AUTOPALAPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica25/7/2021 18:05    
Visite2050  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Miniere di Gorno

LAVORO CON AUTOPALA
Guarda il funzionamento qui

foto di Serafino Zanotti 1972

© tutti i diritti riservati vietata la riproduzione
Citazione:
FABRYCJX1/2014

1-10 (su 186 totali)
(1) 2 3 4 5 6 7 8 9 10 ... 19 »



Cerca in Valdelriso

Link Utili

Plan what to see in Gorno with an itinerary including Ecomuseo Miniere