Foto : Vita religiosa in Val del Riso Totale:122

Ordina per:  Titolo () Data () Voto () Popolarit ()
Foto ordinate per: Popolarit (Prima le meno viste)

1-10 (su 122 totali)
(1) 2 3 4 5 6 7 8 9 10 ... 13 »



Suor Emilia Magoni

Suor Emilia Magoni
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica26/10/2020 18:30    
Visite81  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Suor Emilia Magoni
In Val del Riso N°175 ottobre 2020

San Giuseppe

San GiuseppePopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica30/6/2020 18:40    
Visite132  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Chiesa parrocchiale di Gorno

Statua di San Giuseppe


Festa di San Giuseppe lavoratore

A Gorno la festa di San Giuseppe lavoratore solitamente si celebrava con solennità nella terza domenica dopo Pasqua, ricorrenza stabilita nel 1847 da papa Pio IX. Ma probabilmente la tradizione è ancora più antica; in un appunto conservato nell’archivio parrocchiale infatti si legge: “Terza domenica dopo Pasqua - Solennità di San Giuseppe e prime comunioni. Da tempo immemorabile si celebra in questa occasione la festa di S. Giuseppe, protettore degli operai”. Conferma la si trova anche nel bollettino parrocchiale di aprile 1939 ove è scritto: “Domenica 14 aprile, terza dopo Pasqua si celebra in Parrocchia la festa del patrocinio di San Giuseppe. E’ la festa degli operai, festa che i nostri vecchi volevano celebrare con grande solennità. Ne sono prova i documenti esistenti nell’archivio parrocchiale”.

In occasione di questa festività a Gorno si tenevano le prime comunioni. La festa era così articolata: alle sei del mattino una prima S. Messa nella chiesa parrocchiale, alle sette ritrovo con i bambini della prima comunione presso l’edificio delle suore in località Madonna, quindi corteo verso la parrocchiale con i parenti dei comunicandi e le associazioni: Figlie di Maria, Azione Cattolica, Beniamine, Paggetti con le loro rispettive divise. Terminata la S. Messa con la cerimonia delle prime comunioni i bambini ritornavano presso l’edificio delle suore, dove venivano rifocillati con la colazione per essere pronti a partecipare alla S. Messa successiva delle dieci, celebrazione solenne con un canto davanti al trono, dove era collocata la statua del santo (questa era stata donata alla Parrocchia da un certo Francesco Cabrini della contrada dei Peroli dopo la metà del XIX secolo). Seguiva poi l’incanto della statua sul sagrato della chiesa parrocchiale e la processione per le strade del paese.

Nelle immagini la statua di S. Giuseppe ed alcuni momenti della processione tenutasi nel 1967 con il parroco di allora Don Giuseppe Magni, forse l’ultima volta in cui si è celebrata con solennità questa festa. Papa Pio XII già nel 1955 aveva infatti istituito la festa di “San Giuseppe artigiano” per dare un significato religioso alla ricorrenza laica della festa dei lavoratori celebrata il primo maggio. Ancora oggi a Gorno in quel giorno si celebra nella chiesa della Madonna delle Grazie una S. Messa nel ricordo di San Giuseppe lavoratore e artigiano.


(Amerigo Baccanelli)


Citazione:
fabrycjx2020

Suor Giuseppina

Suor GiuseppinaPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica20/5/2020 17:00    
Visite159  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Suor Giuseppina,
Al secolo Marina Dal Canton, apparteneva alle “Figlie della Sapienza”, congregazione religiosa di origine francese.
Nata a Belluno nel 1892, giunse a Gorno all’età di 27 anni, nel lontano 1919. Arrivò a sera inoltrata: dopo essere giunta in treno a Ponte Nossa, un traballante calessino che l’avrebbe dovuta portare a Gorno si sfasciò a metà strada e la suora dovette proseguire a piedi nel buio e nelle strade deserte sino a raggiungere il convento delle suore della sua congregazione.
Avrebbe voluto fare la missionaria, ma la madre generale le aveva detto: “ la tua missione è a Gorno”. E lo sarebbe stata per davvero.
Maestra d’asilo, insegnò per molti anni ai bambini, per poi vederli giovani e adulti. Tante generazioni di gornesi passarono dai suoi insegnamenti.
Ma il senso della missione la fece prodigare anche in molte altre attività: l’animazione delle compagnie teatrali femminile e maschile e dei saggi per bambini e ragazzi, l’assistenza a poveri ed ammalati, il catechismo festivo, la preparazione dei bimbi alla prima comunione.
Nel 1959 fu festeggiata per il quarantesimo a Gorno ed in quell’occasione l’Amministrazione comunale la insignì di una medaglia d’oro.
Nel 1966 a Monte di Nese ricevette dal Consiglio di Valle il premio “Fedeli alla montagna” per “la sua opera di educatrice in favore dei bambini.”
In quell’anno, il 15 settembre, dopo ben 47 anni di permanenza Suor Giuseppina lasciò Gorno per Menaggio, dove morì il 17 settembre 1982. Venne sepolta nel cimitero di Gorno; infatti
nel 1969 l’Amministrazione comunale le aveva concesso la cittadinanza onoraria quale “piccola ricompensa di quanto ha fatto nel suo operare quotidiano per la nostra comunità di Gorno”.
Nell’immagine Suor Giuseppina (la “suorina” come veniva affettuosamente chiamata) accompagna i bimbi dell’asilo, in divisa, in occasione di due funerali nel 1953 e nel 1956.
Sino alla metà degli anni sessanta del secolo scorso era infatti consuetudine portare i bimbi dell’asilo alle processioni religiose ed ai funerali, accompagnati dalla loro maestra

Articolo di Amerigo Baccanelli

vedi anche "la presenza delle suore a Gorno"



Citazione:
<fabrycjx2020

Don Enzo Zoppetti

Don Enzo ZoppettiPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica19/3/2020 14:37    
Visite160  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Don Enzo Zoppetti
Parroco a Cantoni di Oneta dal 1959 al 1976
Economo spirituale a Chignolo nel 1961
mancato il 18/3/2020 all'età di 88 anni

In quasi sessantacinque anni di sacerdozio non ha mai cessato di annunciare la Parola di Dio, celebrare i sacramenti del Risorto, testimoniare con le parole e le opere l’amore del Dio Trinitario, accompagnando e guidandole comunità di Camerata Cornello come vicario parrocchiale e poi, come parroco, quella di Cantoni D'oneta e quindi, per più di trent’anni, quella amatissima di Rosciano. Si era poi ritirato a Rova prestando, alle parrocchie della zona natia, il servizio pastorale che la salute gli consentiva.


I parroci a Cantoni d'Oneta


Citazione:
fabrycjx2020

Gorno: Processione nel 1955

Gorno: Processione nel 1955Popolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica20/3/2020 16:40    
Visite161  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Gorno: Processione nel settembre 1955

Citazione:
fabrycjx2020

Suor Giovanni Battisa

Suor Giovanni BattisaPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica18/2/2020 12:02    
Visite179  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Suor Giovanni Battista (Figlie della sapienza)
Maria Cabrini
Nata 8 giugno 1921
deceduta a Clusone il 2 febbraio 2020

Citazione:
fabrycjx2020


confraternite: le beniamine

confraternite: le beniaminePopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica9/2/2020 12:41    
Visite180  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
confraternite a Gorno
Le Beniamine fondate nel 1934

Foto del 1946


Citazione:
fabricjx2020


confraternite: i paggetti

confraternite: i paggettiPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica9/2/2020 12:41    
Visite183  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
confraternite a Gorno
I Paggetti istituiti nel 1935

foto del  1953
Citazione:
fabricjx2020


Confraternite: Figlie di Maria

Confraternite: Figlie di MariaPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica9/2/2020 12:42    
Visite185  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
confraternite a Gorno
Le Figlie di Maria istituite nel 1919

foto del 1953

Citazione:
fabricjx2020


confraternite: Consorelle

confraternite: ConsorellePopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica9/2/2020 12:42    
Visite186  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
confraternite a Gorno
La consorelle fondate nel 1912

foto del 1960

Citazione:
fabricjx2020


1-10 (su 122 totali)
(1) 2 3 4 5 6 7 8 9 10 ... 13 »



Cerca in Valdelriso

Link Utili

Plan what to see in Gorno with an itinerary including Ecomuseo Miniere