Foto : Vita religiosa in Val del Riso Totale:120

Ordina per:  Titolo () Data () Voto () Popolarit ()
Foto ordinate per: Data (Prima le pi nuove)

1-10 (su 120 totali)
(1) 2 3 4 5 6 7 8 9 10 ... 12 »



Don Remo Luiselli

Don Remo LuiselliAggiornatoPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica11/7/2020 15:26    
Visite1475  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Don Remo Luiselli
Classe 1938
L' 8 giugno 1963, festa del Corpus Domini, Don Remo Luiselli (a 25 anni) venne consacrato sacerdote dal vescovo Mons. Giuseppe Piazzi con una solenne cerimonia nel Duomo di Bergamo.
Don Remo si è laureato a Trento in Sociologia per poi specializzarsi in Criminologia. Negli anni ha ricoperto vari incarichi, il più intenso, per sua stessa ammissione, è stato quello di responsabile di una comunità che accoglie tossicodipendenti nella Bergamasca. Dopo una brave parentesi a Cernusco tra il 2000 e il 2001, è stato parroco a Bergamo, poi è tornato sulle sponde del Naviglio, mettendosi a disposizione della comunità pastorale, al servizio soprattutto degli anziani.


Grazie Don Remo
È mancato a marzo 2020

ricordo di Don Remo Luiselli

Citazione:
fabrycjx2020


Suore a  Gorno

Suore a GornoPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica6/7/2020 11:14    
Visite2902  Commenti1    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
FIGLIE DELLA SAPIENZA
-Cabrini Maria (a Clusone)   Sr. Giovanni Battista
-Quistini Caterina (a Clusone) Sr. Severina di San Luigi
-Maringoni Alessandra (a Clusone) Sr. Maria Innocentina
-Cabrini Maria (a Clusone) Sr. Maria Grazia di San Luigi
-Guerinoni Anna (a Clusone) Sr. Maria Renata
-Gibellini Esterina (a Ravenna) Sr. Teresa della Trinità
-Furia Maria Ancilla (a Sanremo) Sr. Elia Rosa di Gesù
-Serturini Elisabetta (a Valperga) Sr. Maria Elisabetta
-Zanotti Giuseppina (             ) Sr. Emmanuela Maria biografia

SUORE CHE SONO STATE A GORNO:
Sr. Gabriella di Montfort
Sr. Cesarina (Maestra Claudia Bassi)
Sr. Giuseppina Marina dal Canton, di Belluno
Sr. Imelda dell'Immacolata
Sr. Elvira dell'Immacolata
Sr. Rosa di Gesù Crocefisso
Sr. Agnese di Maria di Gesù
Sr. Lorenzina di Gesù
Sr. Maria Grazia dell'Assunzione
Sr. Pierina di Maria Immacolata
Sr. Isolina Maria
Sr. Margherita dell'Immacolata
Sr. Eugenia Pierina



SUORE DI ALTRE CONGREGAZIONI:
-Madre suor Adriana Zanotti
(Canossiana responsabile di
istituto a Caprino Bergamasco)
-Suor Maringoni Caterina
(Suore Sacramentine di Bergamo)

La presenza delle Suore a Gorno


Citazione:

San Giuseppe

San Giuseppe
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica30/6/2020 18:40    
Visite10  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Chiesa parrocchiale di Gorno

Statua di San Giuseppe


Festa di San Giuseppe lavoratore

A Gorno la festa di San Giuseppe lavoratore solitamente si celebrava con solennità nella terza domenica dopo Pasqua, ricorrenza stabilita nel 1847 da papa Pio IX. Ma probabilmente la tradizione è ancora più antica; in un appunto conservato nell’archivio parrocchiale infatti si legge: “Terza domenica dopo Pasqua - Solennità di San Giuseppe e prime comunioni. Da tempo immemorabile si celebra in questa occasione la festa di S. Giuseppe, protettore degli operai”. Conferma la si trova anche nel bollettino parrocchiale di aprile 1939 ove è scritto: “Domenica 14 aprile, terza dopo Pasqua si celebra in Parrocchia la festa del patrocinio di San Giuseppe. E’ la festa degli operai, festa che i nostri vecchi volevano celebrare con grande solennità. Ne sono prova i documenti esistenti nell’archivio parrocchiale”.

In occasione di questa festività a Gorno si tenevano le prime comunioni. La festa era così articolata: alle sei del mattino una prima S. Messa nella chiesa parrocchiale, alle sette ritrovo con i bambini della prima comunione presso l’edificio delle suore in località Madonna, quindi corteo verso la parrocchiale con i parenti dei comunicandi e le associazioni: Figlie di Maria, Azione Cattolica, Beniamine, Paggetti con le loro rispettive divise. Terminata la S. Messa con la cerimonia delle prime comunioni i bambini ritornavano presso l’edificio delle suore, dove venivano rifocillati con la colazione per essere pronti a partecipare alla S. Messa successiva delle dieci, celebrazione solenne con un canto davanti al trono, dove era collocata la statua del santo (questa era stata donata alla Parrocchia da un certo Francesco Cabrini della contrada dei Peroli dopo la metà del XIX secolo). Seguiva poi l’incanto della statua sul sagrato della chiesa parrocchiale e la processione per le strade del paese.

Nelle immagini la statua di S. Giuseppe ed alcuni momenti della processione tenutasi nel 1967 con il parroco di allora Don Giuseppe Magni, forse l’ultima volta in cui si è celebrata con solennità questa festa. Papa Pio XII già nel 1955 aveva infatti istituito la festa di “San Giuseppe artigiano” per dare un significato religioso alla ricorrenza laica della festa dei lavoratori celebrata il primo maggio. Ancora oggi a Gorno in quel giorno si celebra nella chiesa della Madonna delle Grazie una S. Messa nel ricordo di San Giuseppe lavoratore e artigiano.


(Amerigo Baccanelli)


Citazione:
fabrycjx2020

Suor Cesarina

Suor CesarinaPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica2/6/2020 14:57    
Visite936  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Suor Cesarina
al secolo Bassi Claudia  (maestra)
Scomparsa il 18/7/2011

Suore a Gorno


Citazione:
fabrycjx2018

Suor Giuseppina

Suor Giuseppina
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica20/5/2020 17:00    
Visite31  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Suor Giuseppina,
Al secolo Marina Dal Canton, apparteneva alle “Figlie della Sapienza”, congregazione religiosa di origine francese.
Nata a Belluno nel 1892, giunse a Gorno all’età di 27 anni, nel lontano 1919. Arrivò a sera inoltrata: dopo essere giunta in treno a Ponte Nossa, un traballante calessino che l’avrebbe dovuta portare a Gorno si sfasciò a metà strada e la suora dovette proseguire a piedi nel buio e nelle strade deserte sino a raggiungere il convento delle suore della sua congregazione.
Avrebbe voluto fare la missionaria, ma la madre generale le aveva detto: “ la tua missione è a Gorno”. E lo sarebbe stata per davvero.
Maestra d’asilo, insegnò per molti anni ai bambini, per poi vederli giovani e adulti. Tante generazioni di gornesi passarono dai suoi insegnamenti.
Ma il senso della missione la fece prodigare anche in molte altre attività: l’animazione delle compagnie teatrali femminile e maschile e dei saggi per bambini e ragazzi, l’assistenza a poveri ed ammalati, il catechismo festivo, la preparazione dei bimbi alla prima comunione.
Nel 1959 fu festeggiata per il quarantesimo a Gorno ed in quell’occasione l’Amministrazione comunale la insignì di una medaglia d’oro.
Nel 1966 a Monte di Nese ricevette dal Consiglio di Valle il premio “Fedeli alla montagna” per “la sua opera di educatrice in favore dei bambini.”
In quell’anno, il 15 settembre, dopo ben 47 anni di permanenza Suor Giuseppina lasciò Gorno per Menaggio, dove morì il 17 settembre 1982. Venne sepolta nel cimitero di Gorno; infatti
nel 1969 l’Amministrazione comunale le aveva concesso la cittadinanza onoraria quale “piccola ricompensa di quanto ha fatto nel suo operare quotidiano per la nostra comunità di Gorno”.
Nell’immagine Suor Giuseppina (la “suorina” come veniva affettuosamente chiamata) accompagna i bimbi dell’asilo, in divisa, in occasione di due funerali nel 1953 e nel 1956.
Sino alla metà degli anni sessanta del secolo scorso era infatti consuetudine portare i bimbi dell’asilo alle processioni religiose ed ai funerali, accompagnati dalla loro maestra

Articolo di Amerigo Baccanelli

vedi anche "la presenza delle suore a Gorno"



Citazione:
<fabrycjx2020

Don Amilcare Frigeri

Don Amilcare FrigeriPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica3/4/2020 16:34    
Visite1378  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Don Amilcare Frigeri

Curato a Gorno dal 1961 al 1970

In val del Rido N° 116 ottobre 2006


Citazione:
fabrycjx2015


Don Severino Tiraboschi

Don Severino TiraboschiPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica25/3/2020 14:24    
Visite1250  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Don Severino Tiraboschi
(di Zambla)Parroco a Gorno dal 1951 al 1958

Don Severino Tiraboschi, parroco di Gorno, caduto dalla motoretta mentre tornava da Clusone dov’era stato a comperare le medaglie “per i noscc matei” ( per i nostri bimbi) della prima comunione . Così l’han voluto ricordare i Gornesi: con una croce rivolta su Gorno, ma anche Zambla, paese di don Severino.


In Val del Riso N° 6 Giugno 1988


Sö la sema del Grem


Lé sö cutra cel, sö la sema dè Grem
svet öna Crus. ‘L par la uses a ‘n dol fosch,
a töta us: zecc, üliff be töcc en sèm!
Dèdicada al nòst prèòst Tirabosc,

che l’é mort per vis endacc sö a Clüsu
a tö i medaie per i noscc matei,
‘l la prima cümüniù. Per chela missiù
‘l sé dècorat dè öna di piö bèi!

Ergü, le sö a chela Crus, ogni tat,
i và a portà ü mas de fiur dé prat.
Po i prega per la mama, per ol tus.
E tött lé bel, ‘l par tocà ol ciel col dit,
perché piö negota è’l ghé dé scundìt.
Ü de l’ot ‘l sa set fradel e ‘ssa öl be.

traduzione

Sulla cima del monte Grem


Lassu vicino al cielo, sulla cima del Grem
si vede una croce. Pare che gridi nel buio,
a squarciagola: Gente vogliamoci tutti bene!
Dedicata al nostro parroco Tiraboschi,

che è morto per essere andato a Clusone
a prendere le medaglie per i nostri figli,
per la prima comunione. Per quella missione
si è decorato di una delle più belle!

Qualcuno lassù a quella croce ogni tanto,
porta un mazzo di fiori di prato.
Poi pregano, per la mamma, per il figlio.
E tutto è bello, sembra di toccare il cielo con un dito,
perché più niente è nascosto.
Uno dell’altro si sente fratello e ci si vuole bene.

(tratto da:"Bei laur de Goren" di Gino Scolari)





Gorno: Processione nel 1955

Gorno: Processione nel 1955
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica20/3/2020 16:40    
Visite60  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Gorno: Processione nel settembre 1955

Citazione:
fabrycjx2020

Don Enzo Zoppetti

Don Enzo Zoppetti
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica19/3/2020 14:37    
Visite66  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Don Enzo Zoppetti
Parroco a Cantoni di Oneta dal 1959 al 1976
Economo spirituale a Chignolo nel 1961
mancato il 18/3/2020 all'età di 88 anni

In quasi sessantacinque anni di sacerdozio non ha mai cessato di annunciare la Parola di Dio, celebrare i sacramenti del Risorto, testimoniare con le parole e le opere l’amore del Dio Trinitario, accompagnando e guidandole comunità di Camerata Cornello come vicario parrocchiale e poi, come parroco, quella di Cantoni D'oneta e quindi, per più di trent’anni, quella amatissima di Rosciano. Si era poi ritirato a Rova prestando, alle parrocchie della zona natia, il servizio pastorale che la salute gli consentiva.


I parroci a Cantoni d'Oneta


Citazione:
fabrycjx2020

Don Giacomo Servalli

Don Giacomo ServalliPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica14/3/2020 15:50    
Visite810  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Don Giacomo Servalli
di Gandino

Curato a Gorno
10/5/1921-1/9/1958

1-10 (su 120 totali)
(1) 2 3 4 5 6 7 8 9 10 ... 12 »



Cerca in Valdelriso

La Valle del Riso

 

Link Utili

Plan what to see in Gorno with an itinerary including Ecomuseo Miniere