Foto : Vita religiosa in Val del Riso Don Fermo Gibellini

[<   Precedente  53  54  55  56  57  58  59  Immagine successiva   >]

Don Fermo Gibellini
Don Fermo GibelliniPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   Ultima modifica21/12/2015 11:16    
Visite1020  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Don Fermo Gibellini

Economo ( 1919-1929 ) Parroco ( 1920-1954 )

Nacque a Gorno il 12 agosto 1882 da Giovanni e Giovanna Furia. Divenne sacerdote il 1° luglio 1906. l’11 maggio 1919 concorse alla parrocchia di San Gregorio, il 14 ottobre venne nominato economo. Fu eletto dal popolo il 25 gennaio 1920 e nominato dall’Ordinario il 12 febbraio. Prese possesso della parrocchia il 18 luglio alla presenza di Don Luigi Locatelli, prevosto di Caprino (1909-1945 ) il 24 febbraio 1929 alla prima messa celebrata a Premolo da Don Antonio Seghezzi ( 1906-1945 ), egli scrisse sul libro delle messe di Premolo:

Tripudio solenne – di fede, d’ardore
corona di stima – di prodigo amore,
qual premio ed onore – la fronte recinse
di Premol quest’oggi. – D’attorno si strinse
cantando tue doti – dal nuovo levita
Fu squilla serena – fu bella, fu ambita:
sorrisero i Cieli! – curvassi il demonio
più rapido ancora. – Passò Don Antonio
Seghezzi ed, all’ara – salito, beata
Trovò la sua vita – per Cristo donata.

( Don Antonio Seghezzi era cugino di Don Gibellini e le sue vacanze le passava a San Gregorio; di lui le anziane del paese si ricordano che giocava sempre a pallone con la tonaca, fuori casa del parroco.)

NEL 1953, in occasione della reintegrazione del concerto campanario di San Gregorio dopo l’asportazione bellica, scrisse tre distici:
Corona alle offerte, al lavoro, da l’arte sagrato
è assurto a baciare l’azzurro il concerto desiato…
Squillanti campane in un concerto la voce di Dio
narrate le gioie e i dolori del popolo  pio…
e l’eco perduri col bronzo nel tempo che incede
gradito,perenne ricordo d’intrepida fede.
Il 1° dicembre 1954 venne nominato cappellano delle orsoline di Somasca ed il 23 rinunziò alla parrocchia, il vescovo accettò dal 1° gennaio.
Don Gibellini spirò all’Ospedale Maggiore di Bergamo il 6 ottobre 1955. venne tumulato a San Gregorio. Nella cappella dei sacerdoti lo ricorda un’epigrafe:

Don Fermo Gibellini
Zelantissimo parroco per 35 anni
22 8 1882                        5 10 1955

Citazione:


[<   Precedente  53  54  55  56  57  58  59  Immagine successiva   >]

I commenti sono di proprietà degli autori. Si declina ogni responsibilità sul loro contenuto.


Cerca in Valdelriso

Link Utili

Plan what to see in Gorno with an itinerary including Ecomuseo Miniere