ARCHEOLOGIA INDUSTRIALE Totale:35 (35)
Caduti Grandi Guerre  Totale:1 (1)
CARTOLINE Totale:12 (12)
Ciaspolada 2013 Totale:10 (10)
ENTI GRUPPI E ASSOCIAZIONI Totale:11 (11)
ESCURSIONI Totale:4 (4)
Fauna Totale:8 (8)
Filastrocche e proverbi Totale:10 (10)
Flora Totale:16 (16)
fontane Totale:31 (31)
FOTO DI SERGIO EPIS Totale:1 (1)
Le Chiese di Gorno Totale:14 (14)
Manifestazioni Totale:17 (17)
MINIERE DI GORNO Totale:185 (185)
museo virtuale di elettrotecnica Totale:119 (119)
Panorami Totale:24 (24)
Parroci di Gorno Totale:13 (13)
Personaggi Totale:21 (21)
PUBBLICAZIONI Totale:97 (97)
Sport Totale:19 (19)
Storiche Totale:90 (90)
Varie Totale:20 (20)
Vita contadina Totale:45 (45)
Vita religiosa in Val del Riso Totale:121 (121)

   Ci sono 924 immagini nel database.    

Ultime foto inserite:

41-50 (su 924 totali)
« 1 2 3 4 (5) 6 7 8 9 10 11 12 13 14 ... 93 »


Ingresso fienile

Ingresso fienilePopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   CategoriaVita contadina    Ultima modifica27/2/2020 10:47    
Visite1525  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Detta "stala olt", dove si conferiva il fieno per l'inverno

© tutti i diritti riservati vietata la riproduzione

Citazione:
fabrycjx12/2013

Sala cinema e teatro Gorno

Sala cinema e teatro Gorno
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   CategoriaStoriche    Ultima modifica27/2/2020 10:01    
Visite82  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Sala cinema e teatro Gorno

Il pubblico presente all'interno del cinema teatro dell'oratorio di Gorno negli anni 60 del secolo scorso

Citazione:
fabrycjx2020

Cinema e Oratorio a Gorno

Cinema e Oratorio a Gorno
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   CategoriaStoriche    Ultima modifica27/2/2020 9:58    
Visite77  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Cinema e oratorio di Gorno

Il vecchio oratorio maschile di Gorno venne costruito nel 1913. Posto accanto alla chiesa della Madonna delle Grazie fu demolito alla fine degli anni settanta del secolo scorso per consentire la costruzione dell’edificio delle scuole medie.

L’edificio dell’oratorio ospitava pure l’abitazione del curato ed un piccolo teatro, dal 1947 cine-teatro, funzionante sino agli inizi degli anni settanta.

Nelle immagini l’edificio del vecchio oratorio
(Amerigo Baccanelli)

Citazione:
fabricjx2020

Pozza baite di mezzo

Pozza baite di mezzoPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   CategoriaPanorami    Ultima modifica23/2/2020 19:45    
Visite2702  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Monte Grem
pozza per abbeverata sui pascoli del monte Grem
all'altezza delle baite di mezzo quota 1460 mt s.l.m.
Il monte Grem è di proprietà del Comune di Gorno, ma su territorio del Comune di Oneta

Citazione:
fabrycjx2018

Oneta Negus

Oneta NegusPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   CategoriaMINIERE DI GORNO    Ultima modifica23/2/2020 19:42    
Visite217  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Miniere di Gorno
Oneta anno 1934 (Negus): stazione di trasporto minerale
Sullo sfondo Villa (Oneta)

Gorno nel 2019

Gorno nel 2019
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   CategoriaCARTOLINE    Ultima modifica23/2/2020 15:19    
Visite75  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Gorno
Veduta panoramica di Gorno nel 2019
Clicca qui per ingrandire

Citazione:
fabrycjx2019

Monsignor Antonio Guerinoni

Monsignor Antonio GuerinoniPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   CategoriaVita religiosa in Val del Riso    Ultima modifica21/2/2020 12:53    
Visite1150  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Monsignor Antonio Guerinoni

Siamo nell'anno giubilare dell'anno 1950; il futuro Papa Giovanni XXIII si trova come Nunzio Apostolico a Parigi ed in una lettera indirizzata al Vescovo di Bergamo, che pubblichiamo nella parte essenziale, ricorda il nostro concittadino Mons. Antonio Guerinoni, addetto alla nunziatura apostolica di Madrid in qualità di Uditore di prima classe.

Parigi, l maggio 1950

Da otto giorni sono tornato dal mio grande viaggio in Nord-Africa, cioè Algeria e Tunisia, come nunzio apostolico e rapidamente in Marocco ed in Spagna en touriste incognito.
Può immaginare che lavoro ho trovato qui.
Questo non mi distoglie dal ringraziare V.E. del suo telegramma augurale per lacircostanza del XXV
episcopale. Quando penso alle sue condizioni di salute, allorché ebbe la bontà di inviarmelo, mi sento ancora commuovere. Da quanto mi si riferisce non si trattò di cosa leggera, e mi felicito, di gran cuore che l'abbia passata liscia, e colla primavera V. E. si possa riprendere bene. Ciò che le auguro ardentemente. Se il Signore ci rendesse degni dell'onore del martirio converrebbe ringraziarlo, purché insieme ci aiuti a farci coraggio da bravi suoi servitori. Ma trascurare noi stessi, ciò che serve alla nostra salute, visto che noi occupiamo il nostro posto perché egli vi ci ha messi, non mi pare ragionevole, certo non è cosa perfetta. Per me, un po' il temperamento, un po' una certa abitudine di disciplina interiore, sorretta ormai dall'età e dall'esperienza, mi aiutano a tenermi calmo fra le tempeste e sano anche di corpo. Finché la dura, s'intende, e finché non piaccia al Signore di chiamarmi.
Ecco: ho percorso in 38 giorni di viaggio 10.000 (diecimila) kilometri in auto, seguendo il corso della invasione Araba, dalla Tunisia, attraverso tutta l'Algeria ed il Marocco, sino alle colonne d'Ercole, alla Spagna e di là sino a Poitiers, dove ebbe inizio con Carlo Martello il primo tentativo di arrestarla: tra discorsi grandi e piccoli, piccoli per lo più, ho dovuto improvvisare una cinquantina di volte e più, in Algeria e Tunisia e non ho sofferto nulla: tranne una infreddatura presa visitando l'Escuriale.
Un giorno di digiuno e di riposo alla Nunziatura di Madrid mi ha rimesso in moto. Tenevo assai a passare di là per visitare la tomba di mons. Antonio Guerinoni di Gorno, mio caro e prezioso alunno del seminario, poi addetto alla Segreteria di Stato e morto a
Madrid il 6 febbraio o gennaio del1927, essendo
Uditore di quella nunziatura sotto mons. Tedeschini che fissò sul marmo un bel elogio della capacità, fedeltà e santità di questo servitore della Santa Sede ...
Voglia gradire, ancora l'espressione della mia riconoscenza per il suo pensiero amabile in occasione di questo benedetto giubileo, che in gran parte, almeno qui, sono riuscito a mettere in sordina. Che vuole? Sono sempre dichiarazioni sentite e accettate di vecchiaia, e la vecchiaia è bella solo perché annunciatrice di una nuova primavera quella primavera che però non è di questo mondo.

dev.mo ed aff.mo
Angelo Gius. Roncalli
n.a.

In Val del riso N° 10 Ottobre 1988
In Val del Riso N°3 ottobre 2000




Fonte (periodico In Val del Riso N°3 ottobre 2000)

Mitici speleologi di Gorno

Mitici speleologi di GornoPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   CategoriaStoriche    Ultima modifica21/2/2020 12:47    
Visite3297  Commenti0    5.00005.00 (1 voto)
Forse non tutti sanno che già negli anni sessanta il gruppo Camòs di Gorno aveva elementi che oltre ad essere appassionati di montagna già si cimentavano nella speleologia.
Nel Ribasso Noble (Riso Piazza Rossa) al progressivo 1000, i minatori intercettarono una grotta; conoscendone l'esistenza, i nostri compaesani Zanotti Serafino*, Zanotti Albino, Guerinoni Celesto e Telini Enrico, per primi la ispezionarono e giunsero solo loro nel punto naturale più profondo di Gorno il giorno 1 novembre 1969, ponendo una croce con una scritta per ricordare l'impresa, che non venne però mai ufficializzata.
(nella foto la croce e il messaggio che lasciarono sul fondo della grotta)
In seguito altri speleologi ispezionarono la grotta, mappandola, venne chiamata grotta Moioli

*fatti riferiti dall'unico testimone vivente, Zanotti Serafino, che ha partecipato all'operazione.


Citazione:
fabrycjx2011





Enrico Telini

Enrico TeliniPopolare
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   CategoriaPersonaggi    Ultima modifica20/2/2020 11:22    
Visite1501  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Enrico Telini
Sempre all'avanguardia nelle tecnologie del suo tempo.
Perito elettrotecnico,
elettronico autodidatta
Radioamatore I2 THE (QRT s.k.)
Speleologo e appassionato di montagna
Fotografo e cineoperatore:
molti suoi lavori sono diventati documenti unici a testimonianza del passato sul nostro territorio
Tra i piu importanti ricordiamo: il cortometraggio "La stella alpina"
Miniere e minatori della valle del riso
Lo stabilimentio dello zinco elettrolitico  AMMI(produzione) e molti altri che dimostrano la passione e l'attaccamento al suo territorio.


Curioso lo scherzo goliardico che mise in opera negli anni sessanta del secolo scorso.
Assieme ad altri amici, sfruttando le sue capacità elettroniche, autocostruì un trasmettitore  ad onde medie di moderata potenza, in modo che avesse una copertura di qualche centinaio di metri, sintonizzato sulla frequenza del programma nazionale "Il gazzettino Padano". Allora tutti ascoltavano questo notiziario.
Altri prepararono il testo da trasmettere. Il contenuto annunciava la notizia che, essendo un emigrante di Gorno deceduto in Australia, questi aveva lasciato ad alcuni abitanti del paese una cospicua somma di denaro.
Il messaggio venne divulgato sovrapponendosi alla trasmissione originale del Gazzettino Padano, subito dopo la sigla iniziale.
Immaginatevi il subbuglio che si generò in paese.
L'unico che sospettò del Telini fu il parroco di allora Don Gotti.


(Questo fatto lo riporto così come mi è stato raccontato da testimoni di allora)


Citazione:
fabrycjx2015



Suor Giovanni Battisa

Suor Giovanni Battisa
Inviato dafabrycjxAltre foto da fabrycjx   CategoriaVita religiosa in Val del Riso    Ultima modifica18/2/2020 12:02    
Visite99  Commenti0    0.00 (0 voti)0.00 (0 voti)
Suor Giovanni Battista (Figlie della sapienza)
Maria Cabrini
Nata 8 giugno 1921
deceduta a Clusone il 2 febbraio 2020

Citazione:
fabrycjx2020


41-50 (su 924 totali)
« 1 2 3 4 (5) 6 7 8 9 10 11 12 13 14 ... 93 »



Cerca in Valdelriso

La Valle del Riso

 

Link Utili

Plan what to see in Gorno with an itinerary including Ecomuseo Miniere